Lezione per il tuo Futuro da Trader

Ciao, oggi faremo  una Lezione per il tuo futuro da trader. Nell’ultimo Post abbiamo affrontato il primo problema che di solito manda al mattatoio il Trader (se te lo sei perso lo Trovi Qui) ovvero la strategia che invece di essere poco utilizzata da tutti è una sorta di informazione per il popolo a vantaggio dei Market Mover. Oggi scopriamo la seconda problematica che blocca il successo dei Trader.

LEZIONI DI TRADING CHE NON PORTANO AI RISULTATI SPERATI, ANZI!
Abbiamo capito che studiare le tecniche di Trading andando a spulciare la rete o seguendo i Corsi di Trading generici non serve a nulla se non a fare ingrassare ulteriormente le tasche dei Market Mover quindi, quali altre opzioni hai per ottenere dei risultati positivi come Trader? Ne hai due:
LA PRIMA OPZIONE: se sei una persona paziente e se hai molto tempo a disposizione puoi comprarti una comoda poltrona, dei monitor e puoi studiare i movimenti generati dal mercato.
Ti offro un consiglio visto che ci sono passato prima di te, quello che devi fare per ottimizzare i tempi è questo:
– comincia guardando i movimenti di un titolo, studialo a tutte le ore del giorno,
– individua i momenti della giornata in cui i Market Mover preferiscono andare a caccia,
– annotati tutto: quando il titolo è più volatile, come reagisce alle notizie, in quali orari o giornate c’è maggiore liquidità e volatilità.
Una volta raccolti questi dati deve applicarti per entrare a mercato quindi crea una tua strategia operativa. Attenzione, quello che ho scritto è “una tua strategia” non quelle che trovi in ogni angolo del web che parli di Trading.
TROVATA LA TUA STRATEGIA dovrai testarla per vedere se funziona quindi:
– comincia a provarla,
– correggi gli errori come gli ingressi e le uscite dal mercato,
– ritestala,
– ripetere: correggi gli errori come gli ingressi e le uscite dal mercato,
– individua il giusto Time Frame per operare,
– mano a mano che vai avanti e accumuli i dati cerca di minimizzare le perdite cercando di capire quale sia il punto migliore per posizionare degli Stop Loss,
– filtra i falsi movimenti capendo come si muove il mercato prima di partire (se posizioni lo Stop Loss a 3 tick dal tuo ingresso ma il mercato oscilla in media di 4 lo Stop Loss sarà da rivedere),
– una volta capito dove andrà lo Stop Loss devi individuare il tuo Target. E’ importante sapere dove uscire, ricorda che prima di entrare a mercato devi sapere dove posizionare sia gli Stop Loss che i Target,
– a quel punto rimane da capire quante volte la Tecnica di trading che hai sviluppato ti da ragione, se siamo al 50% qualcosa non va, la percentuale dei Trade in positivo dovrà essere migliorata,
– i contratti: con quanti contratti devo entrare per ottimizzare i miei rendimenti? Ne basta uno e forse il numero corretto è tre? Bisogna valutarlo.
Quando avrai individuato questi punti sarai sulla buona strada per vedere il tuo conto di Trading crescere.
RIPETI TUTTO SU TUTTI I TITOLI CHE VUOI TRADARE. No dai scherzo, non tutto, la tecnica può funzionare anche sugli altri titoli se ben studiata ma stai certo che per quanto riguarda il resto dovrai rimetterti a fare test. Non pensavi?
OGNI STRUMENTO FINANZIARIO HA LE SUE CARATTERISTICHE:
– Volatilità: uno può essere molto volatile e un altro no. Metti a paragone il Dax col Bund, sono entrambi tedeschi ma il primo è molto volatile mentre il secondo è ottimo se tra un Trade e l’altro ne vuoi approfittare per una pennichella.
– Liquidità: non tutti i titoli sono uguali, dovrai avere una panoramica di quelli che vuoi tradare.
– Movimenti: come ti dicevo prima può essere che un titolo abbia delle oscillazioni di qualche tick prima di partire. Di quanto sono per ogni strumento? Se non lo sai diventa un prolema. Ipotizza che il titolo “A” abbia un oscillazione di 5 tick mentre il titolo “B” di 10; capisci che c’è una grande differenza? Sono cose che devi tenere in considerazione!

HAI PRESENTE QUESTE PUBBLICITA’ PARTORITE DA QUALCHE TESTA DI BRONZO…

ECCO, DIMENTICA QUESTE CAZZATE! Se sei qui per questo lascia perdere, fatti un favore!

QUINDI, tornando a noi, diciamo che se sei abile in circa 6 mesi, dedicandogli il giusto tempo (almeno 6 ore al giorno) potrai dire di avere gli strumenti per cominciare.

OPPURE: LA SECONDA OPZIONE: Se non hai il tempo e la voglia di asfaltarti la strada da solo devi affidarti a qualcuno che lo faccia per te quindi l’unica strada percorribile è quella di imparare da quei Trader che si trovano comodi nella percentuale del 10% dei vincenti ovvero i Trader di Successo.
Purtroppo qui scatta un’altra molla mentale che ti ha inculcato la società moderna, fa più o meno così: apri Google>cerca i corsi di maggior prestigio>compra quelli!
Non dico che sia una regola sbagliata, a volte funziona ma non nel Trading. Il Trading è qualcosa di diverso, per renderla semplice direi che nel Trading vincono quelli che hanno una strategia minoritaria rispetto a chi invece utilizza una strategia popolare.
Se cerchi con Google dei Corsi di Trading probabilmente ti rimanderà alle solite pagine, ed è proprio qui la fregatura. Quello che una volta funzionava oggi non funziona più perchè ormai quel sistema è conosciuto quindi facile da intercettare per le macchinette dei Market Mover che sono state programmate con algoritmi creati proprio su quelle tecniche.

Voglio sfidarti; prova se ne hai la possibilità a metterti in contatto con dei Trader che sono vincenti e chiedigli se le loro tecniche sono una replica di quello che nel tempo hanno trovato in rete o se hanno sviluppato o appreso un sistema diverso. Nessun Trader di successo utilizza alla lettera quello che trova online o sui libri dei grandi maestri, NON funziona nel lungo periodo, è pura follia!
Te lo ripeto, il Trading è strategia, se così non fosse ci sarebbero 90 Trader vincenti e 10 (a questo punto troppo imbecilli) perdenti. NON FUNZIONA!

Devi essere diverso dalla massa, devi avere una strategia che la maggior parte delle persone non utilizza, devi obbligatoriamente essere diverso dalla percentuale del 90% e se non lo farai durerai poco, molto poco!

Hai mai visto la nazionale di calcio italiana allenarsi per poi dare i suoi schemi (strategie) di gioco alle squadre avversarie? Certo che no! Cosa fanno invece (tutti)? Studiano le squadre che devono affrontare per capire quale può essere il giusto angolo di attacco per batterli.
Hai mai visto un giocatore di scacchi allenarsi in pubblico? Ma fosse scemo, certo che no! Le sue strategie devono essere blindate fino alla fine!
Hai mai visto gli Stati Uniti d’America nell’infinità di guerre che ha fatto e che si diverte a fare di studiare una strategia militare per poi inviarla via mail ai talebani di turno da colpire? FOLLIA!
Eppure tu pretendi di vincere la partita con meno munizioni degli altri studiando una strategia che i tuoi avversari conoscono fin troppo bene…Ti rendi conto? Non è follia? E’ peggio, si chiama suicidio!

Oggi hai la fortuna di essere capitato tra i Trader che soggiornano nel 10% dei vincenti, il carro dei vincitori, chiamalo come vuoi quindi porta il tuo cervello al massimo dei giri perchè quello che imparerai da noi è quel qualcosa di diverso che ti permetterà di fare la differenza.
I Market Mover utilizzano le strategie che vengono maggiormente insegnate in ogni angolo del mondo per i loro interessi, sono stupidi? Certo che no! Noi non facciamo altro che ragionare come loro anzi meglio perchè saltiamo in sella quando il cavallo è già in corsa e pensa un pò, il cavallo si chiama Market Mover.
E tu cosa vuoi fare?

 

Leave a Reply